Pubblicati da nicola

Come faccio a farmi pubblicare?

Vi proponiamo questo articolo tratto dal numero 118 di «Scuola di Fumetto», in uscita a metà aprile in tutte le edicole italiane. Il pubblico e gli editori tutti ne danno il triste annuncio: non ci sono trucchi, viene pubblicato chi sa fare bene il suo lavoro, lo fa con umiltà e ha quel minimo di intelligenza sociale da sapersi proporre agli editori. Di questo argomento, dal numero #111 in poi abbiamo parlato un bel po’, ma siccome alla rivista arrivano sempre nuovi lettori, diventa necessario alle volte fare un po’ di ripetizione! Innanzitutto, ecco un po’ di ovvietà che ti avranno già detto: devi saper disegnare (o scrivere, o sceneggiare bene), ti devi esercitare un minimo di 4 ore al giorno, per anni, talvolta lasciandoti guidare da un docente che – avendo esperienza – può con una frase farti risparmiare mesi di errori. Se a me editore mandi una tavola discreta, con qualche errore di anatomia, con qualche errore di prospettiva, con qualche ingenuità qua e là, io ti rispondo di esercitarti ancora un anno e farti risentire: ma ecco che dopo un anno torni e fai gli stessi errori di prima, perché, invece che metterti a disegnare 4 ore al giorno tutti i santi giorni della tua vita, nel corso di quei 12 mesi ha in pratica disegnato 20 tavole complete e stop. Non funziona così. Aggiungo un suggerimento meno ovvio: disegna su fogli che poi butterai! Scordati di queste maledette “tavole complete”. Prendi un taccuino e disegna tutto quello che vedi, sempre, continuamente, facendo milioni di errori e buttando via tutto. Quando riapriranno, disegna sulle tovaglie di carta dei pub, senza farti arrestare, la gente intorno a te, un panino, quello che è. La voglia tutta presuntuosetta che ha l’esordiente di fare sempre un lavoro “finito”, una tavola “completa”, un disegno che possa mostrare a mamma e papà per farsi dire quanto è bravo, lo rallenta moltissimo! Disegna 6 mesi 4 ore al giorno con la promessa di stracciare sempre il risultato finale: vedrai come migliorerai più in fretta senza la paura di sbagliare! Senza perdere il 70% del tuo tempo a rifinire e solo il 30% a imparare. Non fargli manco la foto eh! E, ultima ovvietà, leggi fumetti, osserva quadri, guarda film, metti il fermo immagine ogni tanto. Se sei uno sceneggiatore, guarda i film senza audio: come si è arrivati da una inquadratura a un’altra? Quali sono le regole? Scomponi i fumetti senza leggere i balloon: come si è arrivati da una vignetta a un’altra? Devi essere una spugna. Assorbi, assorbi da tutti. Dovresti prima o poi arrivare a capire che la strada che hai scelto non è una “pazziarella”, richiede il tuo impegno e il tuo sangue. È una cosa seria. Se non la tratti come una cosa seria si offende e non ti darà risultati. A parte, quindi, questa cosa ovvia (“per pubblicare devi saper scrivere o disegnare”), come si fa a pubblicare? Bisogna proporsi alle case editrici con educazione e umiltà, seguendo magari il seguente semplicissimo percorso. Vai sul sito della casa editrice. Osservalo. Se vuoi proporti come disegnatore, trovi che pubblichino opere simili a quel che tu fai? Se vuoi proporre un fumetto horror che stai disegnando, loro si occupano di horror? Cerca di capire questa casa editrice chi è, che fa, cosa vuole. Se non fa al caso tuo, non darle fastidio, lascia perdere, vai oltre, cerca altro. Non c’è niente di più avvilente per un editore che ricevere una proposta da uno che evidentemente non ha la più pallida idea di chi sei e cosa pubblichi. Gli editori di […]

Progetto Assimil

La società di social management Solone srl cerca vignettisti (in ogni stile) per la realizzazione di disegni a tema «Imparare le lingue straniere». A parte il vincitore, verranno selezionati i migliori allo scopo di commissionare loro con regolarità vignette retribuite. Ha deciso così di lanciare un concorso apposito sulla rivista «Scuola di Fumetto». Ecco di seguito il regolamento! Scadenza: 31 dicembre 2020 Dove inviare le opere: info@scuoladifumetto.it Partecipazione: gratuita Formato files:  – jpg o png (se immagine), mp4 (se video) – da 200 a 300 dpi di risoluzione – formato quadrato (l’ideale è 1080×1080 pixel) o formato Instagram stories (1080×1920 pixel) – non inviare email di peso superiore ai 5 mega, verranno scartate automaticamente. Descrizione: La società Solone srl – casa editrice della rivista «Scuola di Fumetto» – cerca dei disegni o delle vignette che possano essere usate sui social di Assimil per parlare delle lingue straniere e dell’apprendimento delle stesse. Il tono potrà essere di qualunque tipo: divertente, serio, romantico, noir, didascalico, ecc. Le vignette potranno essere singole (per singolo post) oppure multiple (per carosello), o ancora multiple per più post separati In caso di vignette multiple per carosello, esse potranno essere ciascuna autoconclusiva oppure potranno sviluppare una storia, un fumetto (nel numero massimo di 8 vignette tra di esse collegate). È possibile anche inviare dei brevi video, di non oltre un minuto. Nel caso di invio di video, si prega di non allegarli alla email poiché sono “pesanti”, ma di inserire un link (Dropbox o WeTransfer) dal quale scaricarli. L’invio delle opere implica l’accettazione a farle pubblicare sia su questa rivista nei numeri successivi sia sui social della rivista sia sui social di Assimil a titolo assolutamente gratuito. Soltanto il vincitore riceverà un premio in denaro. Cosa spedire: – le opere – i propri dati: nome, cognome, indirizzo di residenza, telefono, email, eventuale link alle proprie pagine Instagram  – la dicitura, scritta nella mail: «Io sottoscritto (Nome e Cognome) autorizzo Solone srl e Assimil Italia sas a pubblicare le opere allegate a titolo assolutamente gratuito sia sulla rivista «Scuola di Fumetto» sia sui suoi social e sui social di Assimil». Cosa si vince:  200,00 euro per il vincitore del concorso. Ci riserviamo di premiare ad exaequo più di un partecipante. In tal caso il premio verrà diviso in parti uguali. Attenzione: Tutti i partecipanti dovranno pubblicare tramite post sui propri social ogni vignetta che invieranno via email per partecipare al concorso. In questi post bisognerà inserire gli hashtag: #assimil #scuoladifumetto Bisognerà altresì taggare: @assimilitalia18 @scuoladifumettorivista Facoltativamente i partecipanti potranno anche realizzare dei post, con quei tag e quegli hashtag, per mostrare il processo di realizzazione delle opere, o loro stessi al lavoro.  La rivista «Scuola di Fumetto» e Assimil cercheranno quando possibile di condividere come stories su Instagram molti dei post in cui verranno taggati. Offerte di lavoro: Solone srl – casa editrice della rivista «Scuola di Fumetto» – cerca giovani artisti ai quali commissionare in futuro alcune delle creatività dei numerosi brand italiani di cui gestisce i social network. È l’occasione per farvi notare!

Due numeri gratis online per sopravvivere alla quarantena!

Cari lettori, in queste ore difficili purtroppo c’è molto poco che una rivista di fumetto possa fare per dare un mano. Questo certamente non significa che non debba fare niente di niente. Se ognuno di noi desse quel poco che può certamente riusciremmo a superare questo marzo da incubo riscoprendo almeno insieme la gioia del donare. Così abbiamo pensato di rendere disponibili online gratuitamente i primi due numeri della nuova gestione della rivista, ossia i numeri 111 e 112. Fino al 10 maggio potrete scaricare il pdf del numero 111 cliccando qui. Lo stesso vale per il numero 112, cliccando qui. Dentro vi troverete gli inizi delle nostre migliori rubriche! Potrete scoprire come funziona veramente il mondo editoriale: come fa un editore a decidere cosa pubblicare e cosa no, come funziona la distribuzione in fumetteria e quella in libreria di varia, quali sono le percentuali che vanno all’editore, cosa sono le promozioni librarie, concretamente come si produce un libro (compreso il lato anagrafico, l’isbn, la comunicazione ai database librari ecc). Potrete leggere insieme a noi la vera legge sul diritto d’autore attualmente in vigore in Italia e scoprire quali sono le giuste percentuali di diritto d’autore che un editore può proporvi, quanto può durare al massimo un contratto, quali sono gli errorini che rendono nullo un contratto editoriale. Insomma, se vi fa piacere passare un po’ di tempo scoprendo i retroscena della Nona Arte, sapete dove cliccare! La rivista «Scuola di Fumetto» viene diffusa ogni tre mesi (a gennaio, aprile, luglio e ottobre) in 10.000 copie in tutte le maggiori edicole italiane ed è da quasi 20 anni al fianco di tutti gli autori esordienti. È anche possibile abbonarsi, qualora la vostra edicola proprio non lo riceva! Non dimenticate di iscrivervi alla nostra newsletter in basso a destra nella nostra home page!

Concorso Residenza Artistica

«Scuola di Fumetto» e Edizioni NPE in collaborazione con la SIAE indice il concorso «Graphic Novel», un progetto di residenza artistica. Vogliamo realizzare un percorso formativo-creativo per dar luogo a un’opera collettiva: un graphic novel creato da 8 giovani artisti con la supervisione di 3 grandi maestri del fumetto internazionale: Ivo Milazzo, Miguel Angel Martin, Alessandro Di Virgilio. Con la partecipazione di Nicola Pesce. Questo gruppo di 8 ragazzi vivrà e creerà per 14 giorni nella meravigliosa cornice di Villa Acernaia: una grande tenuta in montagna di oltre 1000 mq, con arredi di lusso, 2 camini, 3 saloni, 16 camere da letto e un bosco privato. Un luogo idilliaco per isolarsi e creare un volume che infine verrà pubblicato dalla casa editrice e sarà distribuito in tutte le librerie italiane. Gli 8 giovani artisti riunitisi nella Villa Acernaia dovranno sceneggiare, effettuare gli studi dei personaggi ed infine iniziare a disegnare – con la supervisione ed il consiglio dei 3 maestri – un graphic novel dalle 64 alle 80 pagine/tavole. Questo volume verrà poi pubblicato da Edizioni NPE, e verrà distribuito in tutte le librerie italiane, comprese Feltrinelli, Mondadori, librerie indipendenti e negozi specializzati in fumetto, oltre a tutti i maggiori bookstore online (Amazon, IBS, ecc.). Durante il periodo di residenza artistica i giovani verranno invitati a postare quotidianamente sui loro social immagini e video della loro esperienza, taggando la casa editrice, hashtaggando il progetto, Edizioni NPE e la SIAE che lo hanno reso possibile. Il volume verrà ufficialmente presentato alla prima Fiera Lucca Comics And Games disponibile ed in almeno due librerie o fumetterie italiane. Ai giovani artisti non verrà ovviamente richiesto alcun contributo finanziario. Saranno anzi sostenute dalla casa editrice tutte le spese di viaggio, alloggio, vitto, tutoraggio e accompagnamento artistico. Per tutti i ragazzi sarà inoltre previsto, al termine della residenza artistica, un acconto sui diritti d’autore del volume di 300 euro a testa. Saranno stati selezionati 2 sceneggiatori e 6 disegnatori. Acernaia.it è felice di partecipare alla realizzazione di questo volume in collaborazione con Edizioni NPE, la SIAE ed il Ministero per i Beni e le Attività Culturali. La Villa è disponibile tutto l’anno per ritiri artistici o per corsi di formazione intensiva. Tutta la villa può essere affittata in uso esclusivo a partire da 49 euro al giorno a persona. Per informazioni, cerca scrivere in privato su Instagram o Facebook a «Acernaia». Luogo: Villa Acernaia, Acerno (SA) Periodo: 14 giorni tra il 15 genn. ed il 6 febbr. Volume distribuito: aprile 2020 Età minima per partecipare: 18 anni Iscrizione: gratuita Modalità per partecipare alla selezione Inviare entro e non oltre il 30 novembre 2019 una email a social[at]edizioninpe.it contenente: ◆ Scansione fronte/retro della carta di identità e del codice fiscale (o tessera sanitaria); ◆ Link al proprio sito/blog ed ai propri profili social (se vengono utilizzati a fini artistici); ◆ Una descrizione di se stessi come persone e come artisti di estensione non superiore alle 200 parole; ◆ I propri recapiti telefonici e l’indicazione della città in cui si risiede attualmente; ◆ Dichiarazione che si è disponibili a partecipare al progetto per 14 giorni consecutivi nel periodo indicato, risiedendo nella villa; ◆ Un esempio del proprio lavoro artistico (un minino di 5 pagine di sceneggiatura e/o tavole a fumetti e/o colorazione), di peso non superiore ai 5 MB.